Il magazine della cooperativa sociale Proges

Il magazine della cooperativa Proges

Sport e disabilità: le giovanili del Parma Calcio a Casa Scarzara e ai Gruppi Appartamento

Sport e disabilità si sono incontrati e conosciuti in due strutture per disabili gestiti dalla cooperativa Proges, che fornisce al Parma Calcio 1913 anche il servizio di tutoraggio educativo e di vigilanza per i ragazzi le ragazze del settore giovanile presso Collecchio – Mutti Center e in via del Conservatorio a Parma.

Mercoledì 13 dicembre la squadra primavera Under 19 maschile del Parma Calcio ha visitato Casa Scarzara, martedì 19 dicembre una delegazione della squadra giovanile femminile ha fatto merenda con gli ospiti dei gruppi appartamento di via D’Antona.

I giocatori e le giocatrici si sono presentati agli ospiti, hanno chiacchierato con loro e poi brindato con il panettone griffato Parma Calcio.

“Siamo molto contenti per l’invito ricevuto a cui abbiamo risposto come squadra e come staff. E’ stata un’esperienza forte e formativa per i ragazzi. Credo che occasioni come queste siano fondamentali per la loro crescita” ha dichiarato Cesare Beggi, allenatore della squadra maschile.

“Siamo qui per creare rapporti con persone meno fortunate di noi e donare loro momenti diversi da quelli che vivono abitualmente. Noi usciamo da Casa Scarzara arricchiti, con la mente più aperta e più integrati con il mondo che c’è fuori dal campo da gioco” aggiunge Giacomo Marconi, capitano, attaccante classe 2005. “Abbiamo firmato un pallone, una maglia e un pallone l’abbiamo regalata alla struttura.”

 

“Ringraziamo il Parma Calcio per questa giornata. È stata un’esperienza speciale, gli occhi dei nostri ospiti brillavano perché sono tifosi del Parma che spesso accompagniamo allo stadio a vedere la partita. Ma anche tra gli atleti ho notato sguardi interessati: l’attenzione su queste situazioni è ciò che completa il profilo di ogni atleta di successo” dichiara Matías Díaz, coordinatore di Casa Scarzara.

 

 

Precedente
Successivo

“Abbiamo colto subito l’opportunità che ci è stata offerta dalla merenda nei gruppi appartamento, perchè le ragazze vogliono essere sensibilizzate su questi temi e come società sportiva, per quanto ci è possibile, vogliamo essere vicini al tessuto sociale della città” spiega Federico Pangrazi, responsabile del settore giovanile femminile.

 

“Ci ha fatto piacere condividere una parte della nostra giornata con questi ragazzi. Insieme si vive meglio e si è più felice” commenta Giulia Zagnini, portiere della squadra femminile. “Spero che questa merenda potrà trasformarsi in qualcosa di ancora più bello.”

Precedente
Successivo

“Il lavoro che da tempo stiamo facendo nei gruppi appartamento è di apertura ad attività e di confronto continuo con l’esterno” conclude Massimiliano Ilari, responsabile dei gruppi appartamento di Proges. “Questo incontro con la squadra giovanile femminile è stato un bellissimo esempio di inclusione. Confidiamo possa nascere una collaborazione sempre più stabile.” 

Andrea Marsiletti

Ultime notizie

Contact Us