Il magazine della cooperativa sociale Proges

Il magazine della cooperativa Proges

Essere coordinatrici pedagogiche oggi

Fin dall’estate l’analisi delle esigenze di formazione delle coordinatrici pedagogiche di Proges dei servizi 06 della Lombardia (negli ultimi anni ampliato da due nuove colleghe) ha permesso di riflettere sulla necessità di delineare e formalizzare un gruppo di coordinamento pedagogico dei servizi educativi, preparato a gestire l’evoluzione e le trasformazioni che coinvolgeranno questo territorio.

L’efficace analisi, sia dei fabbisogni formativi che del contesto in evoluzione, ha avuto come esito la progettazione di un percorso di accompagnamento e supervisione per il neo formato gruppo di coordinamento pedagogico della zona Lombardia.

Durante il primo incontro, tenuto il 6 novembre a Brescia, le quattro coordinatrici hanno riflettuto e si sono confrontate sul senso dell’essere coordinatrici pedagogiche.

 

Ri-pensare ai bambini nell’incertezza della nostra epoca

 

La giornata si è sviluppata dentro la cornice metaforica del viaggio.

E’ emerso come questo ruolo non possa oggi dotarsi di una prestabilita cassetta degli attrezzi perché, sempre, ruolo professionale in situazione, immerso nel qui e ora dell’incertezza che i servizi educativi vivono in quanto luoghi al centro della società.

Ma proprio per questo il coordinatore pedagogico ha la necessità di dotarsi di contenitori certi dentro i quali mettere in gioco, con capacità di rilettura della realtà, possibilità di sviluppo e crescita. Per i gruppi di lavoro di cui si occupa, per i servizi, per i bambini, le bambine e le loro famiglie.

 

Le illusioni sfidano i sensi dei bambini del Moby Dick di Torino

 

Il percorso permetterà alle stesse coordinatrici di vivere ciò che si chiede ai gruppi, ovvero un pensiero riflessivo capace di dare senso alle pratiche.

Attraverso i contenitori scelti dallo stesso gruppo in formazione (competenza del coordinatore, ricerca pedagogica, dinamiche di gruppo) i prossimi quattro incontri, a cadenza mensile, partiranno dall’analisi di quelle pratiche e situazioni che le stesse coordinatrici vivono nel loro quotidiano lavoro e che, messe in condivisione in un lavoro di rilettura che la formatrice promuoverà, daranno forma a uno stile di coordinamento condiviso e all’apprendimento di strategie utili per il rafforzamento di una professionalità complessa.

Francesca Gavazzoli

Claudia Ciccardi

Ultime notizie

Contact Us